laboratorio per insegnanti: “Happy teachers will change the world”

 

Laboratorio di gruppo di 8 incontri  per gli insegnanti, ispirato alla mindfulness e ai principi dell’ACT (Acceptance and Committment Therapy, psicoterapia cognitivo-comportamentale di terza generazione):

  • per arginare il rischio della sindrome del burn-out dell’insegnante, insegnando salutari capacità di auto-ascolto e auto-conoscenza, e di gestione delle emozioni e dello stress;
  • per migliorare la qualità delle relazioni, consolidando sia la capacità di ascolto profondo , sia la capacità di espressione comunicativa chiara e costruttiva, rispettosa sia di sé che dell’altro;
  • per incrementare quelle componenti della relazione educativa che producono i maggiori benefici nell’apprendimento e nella buona crescita dei ragazzi: attenzione e presenza mentale, empatia, fiducia, calore, comprensione, accettazione, gentilezza, supporto positivo, rispetto.

Solo insegnanti “sani e felici” possono trasmettere benessere, passione per la vita e costruire relazioni autenticamente educative, e solo in un contesto simile è possibile per i ragazzi crescere e apprendere.

 

Siamo immersi in una società in cui la professione dell’insegnante è sempre più a rischio di burn-out, le richieste (e le pretese) aumentano, e “falsi miti” sulla felicità peggiorano lo stato di malessere personale e sociale.

 

  • Il laboratorio ci aiuterà a individuare e demolire questi falsi-miti:

mito 1: avere una vita felice significa essere sempre felici

mito 2: la felicità è la condizione naturale di tutti gli esseri umani

mito 3: se non sei felice, hai qualcosa che non va

mito 4: per avere una vita migliore, dobbiamo sbarazzarci dei sentimenti negativi

mito 5: dovresti essere capace di controllare cio’ che pensi o cio’ che provi

  • e ci fornirà strumenti per una vita pienamente vissuta
  • presenti a noi stessi (capacità di stare nel momento presente, concetto di SE’ come contesto)
  • aperti a ciò che accade (abilità di accettazione e di defusione dai nostri pensieri ed emozioni)
  • individuando ciò che davvero vale per noi (valori) e impegnandoci con azioni concrete per costruire una vita che abbia un senso (azione impegnata).

Le più moderne scoperte della psicologia convergono nell’individuare la FLESSIBILITA’ PSICOLOGICA come ingrediente base per la nostra salute.

 

Il laboratorio trae ispirazione dai famosissimi programmi MINDFULNESS BASED STRESS REDUCTION di JOHN KABAT ZINN, da decenni diffusi in numerosi ambiti sociali, dalla salute alla scuola all’impresa, e dai più moderni concetti dell’ACCEPTANCE COMMITTMENT THERAPY, una forma di psicoterapia cognitiva di terza generazione.

Il laboratorio è concepito per sperimentare nel concreto (con meditazioni di consapevolezza, esercizi individuali e di gruppo, brevi lavori di scrittura creativa, semplici esercizi corporei accessibili a tutti) i concetti teorici a cui si ispira.

 

Il LABORATORIO DI MINDFULNESS consiste di 8 incontri serali, dalle 20.30 alle 22.30.

L’orario serale è fondamentale per agevolare mente e corpo a dedicarsi uno spazio di calma e attenzione, difficilmente «ritagliabile» tra un’ora di lavoro e l’altra o quando si hanno ancora delle faccende da sbrigare.

Il Laboratorio è un’esperienza personale, prima che professionale. Non è una terapia di gruppo, pertanto ciascuno vivrà una esperienza personale, che potrà condividere nel gruppo nella misura che desidererà.

Si consiglia di vestire abiti comodi, calze calde e di portare un tappetino per yoga e una copertina.

Verranno indicati degli esercizi di osservazione consapevole di sé da svolgere a casa unitamente a meditazioni guidate che ogni partecipante riceverà di volta in volta come file audio.

 

Il laboratorio è guidato dalla dott.ssa Claudia Telesca, neuropsichiatra infantile e psicoterapeuta, e dalla dott.ssa  Maddalena Riva, psicologa e psicoterapeuta.